Insieme possiamo

Accelerare e sostenere lo sviluppo del business utilizzando
le migliori competenze e tecnologie

Blog

Rimani aggiornato con le novità

Blog

 iPaaS progettare l’integrazione sul Cloud

iPaaS progettare l’integrazione sul Cloud – Estratto dell’articolo di ZeroUnoWEb dedicato all’evento Exevutive Dinner organizzato da Mind-Mercatis. Un evento che ha portato alla luce la fama di soluzioni progettuali affidabili, scalabili e di rapida adozione da parte delle aziende italiane che mirano alla digitalizzazione dei processi.  Mind-Mercatis è una realtà che  propone soluzioni e competenze per accelerare la trasformazione digitale avvalendosi di strumenti a marchio Atlassian e Boomi. Il modello ibrido oggi si rivela la risposta più efficace per supportare i servizi digitali, accelerando la delivery. Stiamo vivendo un momento di forte digitalizzazione. Agilità e velocità sono diventate le chiavi competitive dei nuovi modelli di business a base digitale, mentre le infrastrutture IT a supportano abbracciano il paradigma hybrid per garantire la flessibilità ed efficacia di risposta. Le soluzioni iPaaS permettono di semplificare la gestione di sistemi IT complessi. Il mondo dell’IT sta diventando sempre più un erogatore integratore di servizi a supporto del business. Come afferma Stefano Mainetti, Co-Direttore dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service School of Management del Politecnico di Milano, i sistemi informativi sono sotto pressione perché il business corre sempre più veloce e bisogna reggere il confronto con le tecnologie consumer così facilmente fruibili e integrate tra loro. SI parla del modello dell’it bimodale in grado di supportare operatività e innovazione. Nei nuovi ambienti compositi, bisogna abbattere le barriere: la parola d’ordine è integrazione. Le piattaforma iPaaS rappresentano la chiave di volta in un modo IT fatto di arcipelaghi cloud offrendo integrazioni batch e real-time, un repository degli eventi di integrazione, supporto alla sicurezza, una piattaforma di sviluppo per connettori tra sistemi on-premise e servizi cloud, funzionalità avanzate come monitoraggio e governo delle Api, Master data management, supporto end-to-end alla gestione di dati eterogenei e multi source, analytics. 

Blog

Dalla Fabbrica 4.0 al Cloud: governo e valorizzazione dei dati

Intervista del CEO di Mind-Mercatis Simone Avogadro pubblicata dalla rivista Newsimpresa-Dossier-IBE Dalla fabbrica 4.0 al cloud: governo e valorizzazione dei dati! Mind-Mercatis è una società leader nell’integrazione dei processi organizzativi e di trasformazione aziendale. Gli scenari aziendali evolvono velocemente e per stare al passo non basta coniare nuovi slogan ma far evolvere la cultura aziendale, la capacità di visione e le competenze. L’evoluzione delle competenze organizzative e tecnologiche sono alla base del cambiamento. L’integrazione e la condivisione di visioni sono fondamentali almeno quanto lo sono le politiche pubbliche di sostegno all’innovazione. La fabbrica 4.0 è figlia di un’evoluzione che vede nella massiccia informazione il perno centrale del cambiamento organizzativo. Ma laddove si produce e manipola l’informazione sorge l’esigenza di condividere, aggregare e far circolare notizie onde evitare anche i furti di informazioni.  Si vuole valorizzare l’informazione raccolta e governare i flussi. L’avvento dell’IoT e dei suoi protocolli porta ad un’esigenza di convergenza che vede due attori principali in campo: A rendere tutto ciò ancora più sfidante è la presenza ormai consolidata dei sistemi Cloud: un mondo da integrare che possiede infinite opportunità. Proprio dal Cloud arrivano oggi i sistemi di integrazione iPaaS strumenti che rispondono all’esigenza di rapidità di cambiamento e di integrazione. Ciò sta diventando il collante per rendere più rapida ed efficiente la migrazione verso la fabbrica 4.0. L’informazione è considerata un bene di valore prodotta dall’industria 4.0 e quindi è opportuno prendere coscienza dell’esistenza di strumenti di gestione e controllo dei flussi informativi, in modo da poter individuare lo strumento più adatto al suo trattamento.  È necessario disporre di strumenti di integrazione capaci di gestire in modo centralizzato più fabbriche ed impianti, garantendo una visione unica dei processi di raccolta e scambio dati all’interno delle aziende. La visione strategica di Mind-Mercatis è quella che il governo dei sistemi informativi passa per il governo dell’integrazione tra sistemi. Per questo Mind-Mercatis ha sempre investito nelle tecnologie di integrazione e fornisce ai propri clienti un supporto sia in fase di assessment di processi che in progettazione e realizzazione della propria tecnologia di integrazione. Mettiamo a disposizione dei nostri clienti il nostro Know How per governare il cambiamento tramite i processi e i flussi informativi in modo da supportare i nostri clienti.  

Blog

Il potere del Cloud – L’integrazione ibrida attraverso l’iPaaS

Scalare in modo veloce ed economico al cloud L’integrazione ibrida attraverso l’iPaaS! Hai mai cercato su Google “Come scalare il business”? Provaci e resterai sbalordito dai risultati che troverai! La cosa più sorprendente di questo numero è che probabilmente non sorprende molte persone. L’argomento è popolare, perché indipendentemente dalle dimensioni aziendali, l’obiettivo per tutti è di crescere, servendo sempre più clienti, risolvendo più problemi al fine di aumentare i propri profitti. Ad oggi la scalabilità è sempre più nei pensieri delle imprese IT. Qual è il problema ridondante che si presenta soave quando si fantastica circa questa crescita? Il problema ricorrente è la scelta del prodotto sbagliato che, inevitabilmente rischia di provocare grandi difficoltà ai tuoi clienti, rendendoli sempre più insoddisfatti e pronti a cercare qualcuno di più affidabile. Scalabilità, invece, significa soddisfare le esigenze dei clienti, non appena queste si presentino. Se vuoi crescere senza grossi intoppi tecnologici nel tempo, la tecnologia cloud rende lo scaling più veloce, più intelligente e più conveniente dei server on-prem. Tutto si riduce ad avere sempre a portata di mano uno stack tecnologico flessibile e reattivo: non sono necessari aggiornamenti manuali lunghi e costosi. Ma cos’è questa famosa “scalabilità”? La scalabilità rappresenta la capacità di far evolvere i propri sistemi con velocità in base alle esigenze che di volta in volta emergono. Esempio banale, può essere l’esigenza di diminuire le capacità di calcolo di un server, in una determinata fascia oraria al fine di preservare la parte economica. Scalabilità in cloud vs. scalabilità on-prem Ma che significa che il cloud offre una scalabilità migliore rispetto ai sistemi on-prem? Immagina di avere un sistema in esecuzione che da sempre ha performato in maniera più che efficiente e che ha sempre soddisfatto il cliente. Laddove questo cliente, per motivi disparati, dovesse richiedere un aumento di efficienza, a seguito di un’importante crescita di utenza, sarà inevitabile un upgrade hardware (scaling verticale) delle macchine esistenti o, addirittura, aggiungere nuove macchine ai sistemi (scaling orizzontale). Questo scenario fa capire che lo scaling verticale e orizzontale è di tipo manuale e che richiede investimenti sia tecnologici che di personale. In tutto ciò, per procedere a questa evoluzione, sarà opportuno ed inevitabile dover mettere i sistemi in manutenzione per evitare possibili problemi. D’altra parte, il passaggio al cloud permette di saltare tutti i passaggi manuali dello scaling on-prem. I sistemi cloud possono scalare sia verticalmente che orizzontalmente, proprio come on-prem, ma visto che le risorse (potenza di calcolo aggiuntiva, server e macchine) esistono già, non c’è un lungo e costoso processo di approvazione e scalabilità. Inoltre, un rischio che con le soluzioni cloud si riesce ad evitare, è l’errore umano.  Infatti, con le installazioni cloud, il tuo team tecnico otterrà una potenza di calcolo e i server di cui avrà bisogno. In questo modo, non rischierai più di pagare per risorse che non utilizzi. Eviterai rallentamenti, perdita di clienti e incidenti tecnologici gravi. In aggiunta, in molte soluzioni cloud, il ridimensionamento è automatico.  Sai cosa vuol dire? Per esempio, sei presente su WIRED Magazine ed improvvisamente il tuo prodotto viene utilizzato il doppio o il triplo durante la notte, i tuoi sistemi si scalano per soddisfare la domanda. Il cloud, quindi, è già impostato per gestire un’ incredibile crescita!  Di contro, se un evento inaspettato dovesse lasciarti meno potenza di calcolo, i sistemi si ridimensionano e pagherai solo per la potenza di cui avrai bisogno. Non vuoi scalare automaticamente? Tranquillo, il Cloud offre altre soluzioni! La maggior parte delle aziende sceglie di scalare automaticamente nel cloud, consentendo ai sistemi di aumentare, diminuire, entrare o uscire in base alle proprie esigenze. Ma, ovviamente, si può anche scegliere un sistema cloud che offra un maggiore controllo manuale. Lo scaling manuale in cloud, è più semplice dello scaling manuale in una configurazione on-prem (la pressione di un pulsante contro un lungo processo di richiesta di risorse aggiuntive, scoping, approvazione, acquisto e installazione). Però, l’aspetto negativo del ridimensionamento manuale (e la ragione per cui le opzioni automatiche si stanno diffondendo) è che richiede un intervento umano, il quale potrebbe causare ritardi in caso di rapidi ridimensionamenti. Tra l’altro, la persona responsabile del ridimensionamento, potrebbe dimenticare di ridimensionare dopo un aumento della domanda. Il che significa, ancora una volta, pagare per risorse di cui non si ha bisogno. Lo scaling programmato è un’altra opzione di scaling del cloud. Questo tipo di scaling, può essere impostato per aumentare durante i momenti di picco previsti e diminuire durante i punti bassi previsti. Restare al sicuro durante la scalabilità nel cloud Ti sei mai chiesto perché le aziende on-prem esitano a passare al cloud? La prima risposta che otterrai sarà probabilmente relativa alla sicurezza. Infatti, il 94% delle aziende intervistate, afferma che la sicurezza è migliorata dopo il passaggio al cloud. Ma come fa il cloud a mantenere la sicurezza mentre si effettua lo scaling? Tranquillo, la risposta risiede nelle best practice: rigorosi test di sicurezza, piani di disaster recovery, crittografia in transito e a riposo. Per non parlare del fatto che il cloud protegge i sistemi a livello di singolo utente, non solo al primo ingresso nel sistema. Questo riduce il rischio di sicurezza di un team in rapida crescita. I sistemi cloud adottano anche un approccio di sicurezza a fiducia zero, il che significa controlli di sicurezza su ogni endpoint e per ogni utente dell’azienda. Qual è la ragione per un approccio di fiducia zero? Semplice: i server on-prem sono tipicamente protetti da una VPN a livello aziendale. Se un hacker può entrare nella VPN, scatena il panico, perché ha accesso a tutto. Se, invece, ogni utente ha accesso allo stesso livello di sicurezza, un hacker può solo violare un login per generare caos. Con i sistemi cloud, la sicurezza prende la forma di login unici e di punti di controllo attraverso cui i sistemi verificano l’identità e le credenziali dei dispositivi, agendo così come cancelli di sicurezza tra ogni strumento. Questo è il modo mediante il quale è possibile assicurare che una vulnerabilità in un sistema o in un login non provochi pericoli. Ed

Blog

L’integrazione ibrida – parla il CEO Simone Avogadro

Un significativo stralcio dell’intervista del CEO di Mind-Mercatis Simone Avogadro su iPaaS, Hybrid Cloud e strategie di integrazione su ZeroUnoWeb. L’integrazione ibrida passa attraverso l’iPaaS e Mind-Mercatis, società di consulenza IT specializzata in integration design propone soluzioni iPaaS che semplificano la comunicazione tra dati e applicativi eterogenei, tramite API e connettori nativi. L’integrazione oggi appare come l’elemento centrale per saper rispondere con rapidità alle esigenze del business.  Con il business che corre, l’IT aziendale deve garantire velocità di sviluppo e rilascio senza precedenti. Il ricorso a soluzioni di  IT Ibrido che mettono insieme sistemi on-premise e applicazioni as-a-service permettono di acquisire agilità e accelerare il time-to-market. Questo approccio porta vantaggi sotto il profilo delle ricchezza di funzionalità e dell’efficienza economica, ma anche sul piano continuo delle soluzioni. Acquistando un servizio che può essere facilmente implementato e dismesso, l’azienda ha la facoltà di acquisire sempre la soluzione migliore. Tuttavia, la libertà di scelta è vincolata dalla strategia di integrazione. Se le integrazioni vengono eseguite in maniera artigianale si corre il rischio di vendor lock-in. Esistono diverse tecnologie specializzate in integrazione e la scelta deve essere fatta in logica best of breed. Il contributo di Mind-Mercatis nell’evoluzione dell’IT aziendale può riguardare il supporto full-stack a partire dalla software selection delle diverse componenti applicative oppure soltanto l’intervento per la parte di integrazione, con focus sulle iPaaS. Il modello pay-as-you-go permette di fare sperimentazioni senza dover effettuare grandi investimenti iniziali.

PARTNERSHIP

Abbiamo solide partnership con le migliori aziende tecnologiche del mondo

Gold Solution Partner@2x
boomi-logo
shibboleth-logo
zendesk-logo
outsystems logo (1)

Offriamo innovazione utilizzando le migliori tecnologie disponibili orientate ai risultati